Marilyn

Teatro Strehler

22/06/2018 – ore 22.30

Lungometraggio

Martín Rodríguez Redondo / Argentina, Cile 2018 / 79′

ANTEPRIMA ITALIANA

Marcos vive assieme alla famiglia in un ranch di campagna di cui i genitori sono i custodi. Mentre padre e fratello sbrigano le faccende più pesanti, Marcos rimane a casa, assieme alla madre. Ciascuno di loro ha un futuro scritto davanti a sé. Marcos trascorre le sue giornate ingannando il tempo in attesa dell’arrivo del carnevale, l’unico momento in cui gli è concesso di portare alla luce la sua natura profonda. L’improvvisa morte del padre sconvolge gli equilibri familiari, obbligando Marcos ad assumere le sue responsabilità nel lavoro dei campi. Soprannominato Marilyn dai coetanei del villaggio, Marcos diventa nel frattempo oggetto di desiderio e discriminazione. In un clima di crescente oppressione, emarginato dalla comunità e dalla sua stessa famiglia, Marcos si trova ad dover realizzare la crescente impossibilità a essere chi davvero è.

Opera prima del regista Martín Rodríguez Redondo, presentato con successo all’ultima edizione del Festival di Berlino, il film racconta una storia drammatica e urgente, ispirata a fatti realmente accaduti – e lo fa con uno stile asciutto e rigoroso, privo di sentimentalismi, conducendo lo spettatore passo dopo passo verso un finale che toglie il fiato.
Un esordio promettente per il giovanissimo protagonista, Walter Rodríguez (classe 1998), al suo primo ruolo. Un film che scuote la coscienza e non può lasciare indifferenti, assolutamente da non perdere.